Xiaomi lancia a sorpresa il suo Mi 9

0

Xiaomi Mi 9 è stato finalmente lanciato dalla compagnia cinese.

Lo smartphone è di fatto il top di gamma della compagnia, e riesce a sorprendere in particolar modo per la sua qualità tecnica, accostata a un prezzo davvero competitivo.

Si tratta del primo smartphone del produttore di Shenzhen che monta una tripla fotocamera posteriore, elemento da non trascurare, dato che il device punta moltissimo all’aspetto della fotografia.

Il top di gamma Xiaomi monta l’ormai immancabile processore Snapdragon 855 supportato da 6/8 GB di RAM e 64/128 GB di memoria interna.

Un hardware di grande qualità al quale si accosta un ampio display AMOLED da 6,39 pollici protetto da Gorilla Glass 6 e con risoluzione Full-HD+.

Dati che fanno saltare sulla sedia e che dimostrano come la compagnia sia più agguerrita che mai. Xiaomi con il suo nuovo device, entra di prepotenza tra i migliori smartphone in circolazione, offrendo specifiche che fanno impallidire la concorrenza, in particolar modo se pensiamo al rapporto qualità prezzo.

Il sensore principale è un Sony IMX586 da 48MP (f/1.75) legato a un secondo grandangolare da 16MP e a un teleobiettivo da 12MP. La fotocamera frontale è da 20MP con intelligenza artificiale a migliorarele prestazioni.

Un livello davvero impressionante quello raggiunto dalla compagnia.

Altra innovazione è la batteria; 3.300 mAh con la possibilità di effettuare ricariche rapide Quick Charge 4 e la nuovissima ricarica wireless da 20w.

Il device monta poi un OS Android 9 Pie.

E’ il prezzo a far davvero la differenza, Xiaomi infatti sta commercializzando il suo gioiello di tecnologia in uscita il 26 febbraio a 2999 yuan (circa 393 euro) per la versione da 6/128 GB.

Sono invece 3299 yuan (circa 432 euro) i soldi necessari per acquistare la configurazione 8/128 GB.

Per finire troviamo la Explorer Edition acquistabile a 3999 yuan (circa 524 euro).

Come potete vedere, si tratta di prezzi che sono praticamente la metà dei top di gamma delle altre compagnie.

Share.

Leave A Reply