Project Xcloud e Google Stadia

0

Google ha presentato la sua Google Stadia, ma a quanto pare dovrà fare i conti con gli esperti del settore.

Aziende veterane come Microsoft e Sony la sanno lunga quando si tratta di videogiochi.

Se pensiamo poi a Microsoft che ha praticamente inventato l’informatica moderna, ci troviamo di fronte a una società che gode di risorse immense .

Microsoft si prepara così a rispondere a Stadia con Project XCloud, piattaforma streaming che andrà di pari passo alla sua Xbox Scarlett e che promette di dare del serio filo da torcere a Stadia dimostrando una latenza inferiore, oltre al catalogo e alle esclusive della casa di Redmond.

xCloud, la piattaforma di game streaming di Microsoft, ha dimostrato tempi di latenza inferiori a Stadia nel corso delle prove con mano di E3 2019.

Addirittura Project XCloud promette di funzionare correttamente anche su reti 4G, elemento da non trascurare che potrebbe decretare il successo dell’offerta Microsoft.

MS, inoltre si è alleata con Sony proprio nell’elaborazione di servizi cloud top di gamma.

Il cammino di Google nel mondo dei videogiochi, data anche l’assenza di esclusive di qualità, potrebbe essere molto più complicato del previsto.

Resta poi da capire quali saranno gli obiettivi di Sony con il suo Playstation Now, in questo momento in una sorta di standby in attesa di vedere  l’evoluzione delle rivali.

Sony, ha un servizio cloud già attivo e utilizzato che permette nel particolare di giocare sia in streaming che in download (solo per giochi Playstation 4).

La tecnologia Sony non è eccellente ma ha tagliato la strada a Stadia che potrebbe rivelarsi un progetto fallimentare, o comunque molto più ridotto di quello che ci si aspettava.

Forse le aziende leader del settore gaming lo resteranno ancora per molto.

Sembra che non ci sia spazio per nuovi nomi, anche se portano sulle spalle imperi economici come quello di Google.

Share.

Leave A Reply