Tra poco sarà possibile riparare gli schermi degli smartphone con la sola pressione delle dita…

0

Desidereresti avere tra le mani uno smartphone che può essere riparato facilmente e con la sola pressione delle dita? No, non è un sogno… Probabilmente tra qualche anno tutti avremo la possibilità di acquistare un dispositivo auto-riparante.

Il professor Takuzo Aida dell’Università di Tokyo, ha condotto uno studio su un materiale che ha la capacità di ripararsi da solo e che potrebbe sostituire il vetro del display nei nostri futuri dispositivi tecnologici.

Questo materiale chiamato polyether-thioureas, ha la particolare caratteristica di auto-aggiustarsi con una semplice pressione delle dita ad una temperatura di 21 gradi.

Un’ottima trovata che sarà certamente ben accolta dagli utenti dato che fino ad ora, se per caso malaugurato ci si dovesse rompere il display del telefono, per la stessa operazione è necessario che il materiale arrivi alla temperatura di oltre 120 gradi Celsius per far si che i lembi rotti si ricongiungano.

Questo comporta tra l’altro un alto dispendio di denaro e di tempo utile a far riparare lo schermo.

Insomma, dopo le batterie gli schermi degli smartphone sono tra le componenti tecnologiche per cui le aziende spendono molti soldi ed hanno un alto margine di miglioramenti.

Possiamo dire tra l’altro che nonostante la tecnologia stia andando sempre più avanti e i dispositivi sono sempre più avanzati, hanno anche display sempre più fragili e che si rompono con molta più facilità.

Quindi la scoperta di un polimero che si ripara con così tanta facilità certamente potrà essere usato presto su una tecnologia alla portata di tutti.

Ma non dobbiamo farci false illusioni. Ciò non vuol dire che gli smartphone del futuro saranno indistruttibili e che potremo farli cadere senza nessuna conseguenza, ma di sicuro tecnologie come questa ci potranno aiutare a migliorare i piccoli particolari della vita di ogni giorno e ci faranno vivere più serenamente e rilassati.

Share.

Leave A Reply