Nuove vulnerabilità nelle CPU Intel

0

Nuova vulnerabilità individuata nelle Cpu Intel. Dopo Spectre e Meltdown, Intel mostra il fianco a una nuova grave vulnerabilità che potrebbe permettere agli hacker di accedere a PC con infrastruttura Intel.

Windows ha già rilasciato una patch di sicurezza.

Fondamentale è scaricarla al più presto, in particolare per aziende e attività con dati sensibili e soggetti al furto.

La falla interessa tutte le Cpu prodotte da Intel prodotte dal 2021; processori quindi”che sfruttano la tecnica di esecuzione speculativa, consentendo agli hacker di accedere a password, token, conversazioni private, file crittografati e altri dati sensibili degli utenti, sia di tipo privato che professionale”.

Le parole di Bitdefender sono abbastanza allarmanti, in quanto si parla di possibile “attacco laterale che fornisce all’aggressore un metodo per accedere a tutte le informazioni contenute nella memoria del kernel del sistema operativo”.

I cybercriminali potrebbero sfrutare questa vulnerabilità per ottenere un enorme quantitativo di informazioni.

Praticamente, la memoria virtuale sulla quale il pc elabora dati per velocizzare la cpu, è esposta ad attacchi.
“I criminali a conoscenza di questi attacchi avrebbero il potere di individuare le informazioni più vitali e meglio protette sia di aziende che di privati in tutto il mondo, e la relativa facoltà di rubare, ricattare, sabotare e spiare”, continuano gli esperti di cybersicurezza.

Un periodo difficile per Intel che arriva a ben 3 falle, forse utilizzate nel corso degli anni da alcuni gruppi di hacker.

La sicurezza informatica diventa un tema ogni giorno più importante e una sfida sempre più difficile da portare avanti.

Non è passata nemmeno una settimana da quanto, i ricercatori di Tencent, hanno individuato una grave falla Android che permetteva di controllare un PC tramite un attacco WiFi, per non parlare della vulnerabilità nella galleria fotografica dei device Samsung, corretta anche quella proprio in questi giorni.

La sicurezza sembra destinata a diventare il tema portante dell’informatica dei prossimi anni.

Share.

Leave A Reply