Microsoft compra Nuance

0

Microsoft compra Nuance per 56 dollari ad azione in un acquisto incredibile pari a 19,7 miliardi di dollari.

Si tratta dell’ennesima acquisizione del colosso di Redmond che porta così nella sua scuderia una società di cloud e di software per l’intelligenza artificiale, nota per il lavoro nel settore della sanità.

Una mossa scaltra da parte di Microsoft che, negli ultimi anni, sembra pronta ad acquisire l’acquisibile con acquisti miliardari in tutti i settori dell’informatica.

L’intelligenza artificiale, sarà la nuova rivoluzione industriale, e Microsoft lo sa bene, proprio per questo sta rafforzando il settore in modo da sviluppare AI avanzate per le necessità più svariate.

Nuance, è un’azienda con sede a Burlington, vicino Boston, nata nel lontano 1992.

Interessante il campo di lavoro della compagnia, quello delle “AI conversazionali” che coprono i settori di sanità, telecomunicazioni, automobili, servizi finanziari e tanto altro.

L’obiettivo è la creazione di veri e propri assistenti virtuali capaci di dialogare in modo realistico ed efficace con le persone; un progetto che non ha più molto di futuristico dal momento che esistono già AI quasi irriconoscibili da una persona.

Microsoft sembra in particolare interessata ai progetti healthcare, che potrebbero diventare il grande business dei prossimi anni.

Nel frattempo si continua a parlare della possibile acquisizione di Discord, con una Microsoft che potrebbe diventare sempre più centrale sia nel mondo della tecnologia in generale, con AI e servizi che in quello dei videogiochi, dove ha praticamente comprato il comprabile e sembra pronta ad annunciare un importante sodalizio con Nintendo.

Una serie di mosse davvero interessanti che potrebbero ridare a Microsoft quel predominio iniziale sul settore che condivide oggi con Google e Apple.

Staremo a vedere cosa ne verrà alla compagnia di questa importante acquisizione che punta tutto sul futuro caratterizzato da intelligenze artificiali sempre più sofisticate e simili ad esseri umani.

Share.

Leave A Reply