Lo streaming renderà obsoleti i PC da gaming?

0

Negli ultimi tempi si parla sempre di più di streaming di videogiochi.

La tecnologia Cloud permette infatti di riprodurre giochi sul nostro schermo lasciandoli elaborare da macchine in giro per il globo.

Ecco che Sony ha annunciato solo pochi giorni fa di essere pronta a portare il suo Playstation Now in Italia, lanciando una beta.

Nel frattempo Microsoft prosegue con il suo servizio Live, senza dimenticare di come Google e probabilmente Amazon stiano lavorando a piattaforme dedicate esclusivamente allo streaming, probabilmente con le loro esclusive e i loro elementi distintivi.

Ecco che, di fronte a questi cambiamenti imminenti, il mondo dei super PC da Gaming si pone il quesito.

Avrà ancora senso acquistare un super PC quando con un qualsiasi schermo e un abbonamento mensile o annuale potremo giocare ciò che vogliamo?

La risposta è ovviamente no.

Il mondo dei PC da gioco sembra destinato a finire lentamente, nello stesso modo di quello delle console, forse di fronte alla loro ultima generazione.

Certo, restano le incognite della connessione onnipresente, elemento fastidioso per molti, così come la natura di servizio che non ci permetterà di possedere il nostro gioco (questo rimane comunque da vedere dal momento che potrebbero essere creati acquisti digitali), ma che per il momento parla più che altro di “noleggio” di una libreria, in stile Netflix.

La verità però è che con il più semplice dei pc avremo la possibilità di giocare in 8k a ciò che vogliamo, dimenticando tutta quella tecnologia che fino ad oggi ha caratterizzato il gaming hardcore.

Lo streaming sta arrivando, nel giro di qualche anno, le cose cambieranno davvero, quando questa tecnologia si affermerà in modo stabile e definitivo.

Godetevi quindi adesso i vostri PC assemblati nel minimo dettaglio, perché nei prossimi cinque/dieci anni, potrebbero diventare un ricordo di un lontano passato videoludico.

Share.

Leave A Reply