iPhone 11 sarebbe lo smarphone più distribuito del 2020

0

iPhone 11, è stato lo smartphone più distribuito nella prima metà del 2020. Il telefono Apple, è riuscito a conquistare il pubblico nei primi mesi di questo anno così particolare.

Secondo i dati diffusi sarebbero stati distribuiti almeno 37,7 milioni di iPhone 11; questo non significa necessariamente vendite, ma copie messe in circolazione, a seguito di richieste e di analisi degli stessi retailer.

In generale, salvo un crollo clamoroso che non dovrebbe essersi registrato, iPhone continua a mantenere una posizione importante, affrontando in solitaria il variegato mercato Android dove non spicca una rivale vera e propria, in assenza di un Os alternativo a quello di Google.

iPhone 11 potrebbe quindi essere stato un successo, anche in un periodo complesso come quello dei mesi passati, e quello attuale.

Il secondo smartphone più popolare sembra essere invece Samsung Galaxy A51 molto distante dai numeri di Apple ma comunque primo tra i device Android.

Apple continua quindi a mantenere il suo ruolo di azienda alternativa al mondo Android.

La compagnia sta puntando sempre di più anche ai servizi, nonostante al momento, le novità come Apple Tv non abbiamo colpito il pubblico restando comunque elementi poco diffusi.

Resta da vedere, con l’imminente lancio di iPhone 12, in che modo Apple gestirà questa sua posizione, ben distanziata da Google e dal mondo Android, e ancora oggi capace di dare un’esperienza utente unica.

Dall’altro lato però, troviamo device dalle prestazioni eccellenti, con prezzi ridotti.

Proprio il prezzo, considerato da molti eccessivo, potrebbe far perdere pubblico ad Apple.

Allo stesso tempo però, l’azienda ha aperto anche a device più accessibile, e sembra puntare sempre di più ad ottenere i massimi risultati dai suoi utenti, ottenendo fatturati importanti tramite store e servizi.

Non ci resta che attendere i prossimi mesi per scoprire quale sarà l’azienda leader del settore degli smartphone; Apple sembra avere le carte in regola per non perdere la sua posizione.

Share.

Leave A Reply