Facebook e il tasto non mi piace

0

Da moltissimo tempo gli utenti chiedono alla piattaforma social Facebook un tasto per esprimere la loro avversità verso post e contenuti.

Il tasto non mi piace sembra naturale e gli utenti desiderano davvero poter dare la loro opinione negativa, senza essere intrappolati in una positività forzata richiesta dal social network.

Ecco che l’azienda ha deciso di espandere il suo downvote. Attenzione, purtroppo non siamo di fronte a un vero tasto “non mi piace”, ma a un modo di esprimere un giudizio negativo sui commenti pubblici che reputiamo offensivi.

Accanto a ogni commento, dovrebbe comparire una freccia verso l’alto o verso il basso. E’ in questo modo che ci viene data la possibilità di mostrare il nostro dissenso nei confronti di commenti fuori luogo o offensivi. Molti downvotes porteranno inoltre a un controllo da parte dei moderatori del social, così come a una minore visibilità del messaggio.

 

 

Siamo ancora lontanissimi dal tanto ambito tasto dislike, promesso da Zurckerberg addirittura nel 2015 ma mai veramente applicato.

Il tasto, in realtà esiste già su moltissime piattaforme tra le quali Reddit e il noto Youtube. Non è chiaro il motivo della reticenza di Facebook nei confronti del tasto non mi piace. Sembra però che le ragioni stiano proprio nel tentativo di rendere l’esperienza utente il più piacevole possibile, evitando quindi inutili accanimenti e mezzi di aggressione utilizzabili da parte degli haters.

La filosofia è molto semplice, si può esprimere il proprio gradimento o semplicemente restare indifferenti, e se proprio un post ci da sui nervi abbiamo la possibilità di commentare. Il “non mi piace” sembra ormai un appannaggio difficilmente raggiungibile. Stiamo parlando di una applicazione semplicissima la cui assenza sta sicuramente in decisioni filosofiche e non in problematiche di tipo tecnico.

Nel frattempo quindi dovremo accontentarci di questa nuova funzionalità, al momento in fase di test.

Share.

Leave A Reply