Arriva Magic Leap, c’è speranza per la realtà aumentata?

0

Il mondo della realtà virtuale non sta andando benissimo, dopo un lancio accettabile, l’interesse verso i costosissimi e parzialmente inutili visori è scemato rapidamente, tanto da annoverare tra le app più scaricate in assoluto negli store VR, quelle dedicata ella pornografia.

Ecco che il sogno della realtà virtuale e dei caschi da VR immaginati anni e anni fa da pionieri dei videogiochi e dalla fantascienza è fallito, almeno per il momento in modo abbastanza misero, così come è accaduto per la realtà aumentata che, tolti i Pokémon e una manciata di app viene utilizzata pochissimo e non è stata sfruttata praticamente in alcun modo, restando un potenziale assolutamente inespresso.

Arriva quindi il turno di Magic Leap che promette di creare un mondo che fonda VR e realtà semplicemente indossando i loro strani occhiali (e un controller e un minicomputer da portare alla cintura…). In questo caso l’idea è geniale, ci troviamo infatti di fronte alla possibilità di sfruttare la AR in modo creativo, modificando la nostra stanza con mobili virtuali e strani oggetti che verranno memorizzati dal visore, così come trovandoci con la possibilità di interagire con intere realtà virtuali posizionabili però nel mondo reale. Sembra davvero questa la strada da seguire, anche se i dubbi sul successo sono di nuovo presenti. Per prima cosa Magic Leap costa più di 2000 euro, una cifra impossibile per chiunque non abbia intenzione di sacrificare i suoi averi per l’ultimo ritrovato della tecnologia, senza nemmeno la certezza di un supporto continuato. In secondo luogo, per quanto innovativo, anche Magix Leap soffre ancora di troppe periferiche. In un mondo dove si punta al wireless e al minimale, ben 3 pezzi di dispositivo fanno fallire l’idea prima ancora di iniziare, dubitiamo fortemente che il team di Magic Leap possa trovare milioni di utenti pronti a indossare occhiali, computer e controller, la storia però potrebbe smentirci.

Share.

Leave A Reply